LA PASSIONE come PROFESSIONE



I bambini imparano quello che vivono


Carlo POLIDORI

OSTEOPATA

MASSOFISIOTERAPISTA

TENNIS COACH

image

I NOSTRI ARTICOLI

10
Intervista rilasciata a Spazio Tennis
aprile 10, 2018  /  By Carlo in AB Tennis, Carlo Polidori, Osteopatia, Osteopatia pediatrica, Osteopatia pediatrica sportiva

Intervista fatta da Spazio Tennis, nell’ambito del weekend di lavoro con AB TENNIS

more details
blog-img-01
11
Alla scoperta di AB Tennis
marzo 11, 2018  /  By Carlo in AB Tennis, Carlo Polidori, Osteopatia, Osteopatia pediatrica, Osteopatia pediatrica sportiva, Silvano Papi

di Silvano Papi – 10/3/18

 Due maestri, entrambi romani, nel 1986 cominciano a frequentarsi e a collaborare in maniera spontanea. Uno vive a Jesi, l’altro a Roma e sono uniti da simpatia e stima reciproca. Allenano, tra gli altri, due undicenni promettenti e condividono molte esperienze importanti, sia in Italia che all’estero. Uno sono io, l’altro è Carlo Polidori.

L’universo Tennis Europe non era ancora attivo, quindi si giocavano in Italia al massimo i tornei “osservati” come quelli di Bologna, Rovereto, Casinalbo e Vomero. I più fortunati avevano l’opportunità di spostarsi con la nazionale per un paio di tornei ogni anno, ma noi sapevamo che si poteva giocare di più. Molto di più. E sapevo anche che l’Italia era solita non rispondere alla maggior parte degli inviti ai tornei internazionali.
“Laura ti prego… che ti costa, tanto non ci va nessuno”. All’ennesima supplica mi ritrovo in mano un pacco di “invitation” di gran parte delle federazioni europee. Non ci potevo credere. A consegnarmele, la responsabile dell’allora ufficio organizzativo della FIT che, ad essere sinceri, del sottoscritto ne poteva davvero più.

Nel mese di luglio del 1986 partiamo alla conquista dell’Europa con due  piccoli pullman guidati uno dal sottoscritto, l’altro da Carlo Polidori. La storia era appena iniziata.
Vitto e alloggio pagati, campi di allenamento, palle… sembrava di essere ad un luna park! Dormivamo nei collegi e negli orfanotrofi. Carlo, appena più alto di me ,si lamentava dei lettini troppo corti o dei lavandini troppo bassi gettando il materasso a terra per distendere tutti i suoi 171 cm. Io dormivo alla grande e mi avanzava spazio!
Gloria Pizzichini gioca con Magdalena Maleeva nei quarti, Alessia Sciarpelletti con la Monamì (sposata van Rost), futura n° 9 WTA, in semifinale 46 46.

La mattina corsa per la colazione al club, poi pronti per gli allenamenti. Guardavano ammirati i cecoslovacchi, gli americani, gli australiani, i sudafricani e gli algerini che dormivano a fianco a noi e che prima di coricarsi si esibivano in quei particolari e suggestivi gorgheggi con la lingua. C’erano anche israeliani e svedesi, fino ad arrivare a 24 nazioni. Il primo anno ci classificammo settimi.
Giocammo a Le Havrè e a Liegi. In contemporanea con Le Havrè partecipammo anche al torneo internazionale di Saarbruken, in Germania: la mattina in Belgio, il pomeriggio in terra teutonica, a circa 200 km di distanza.Con noi, oltre alla Pizzichini e alla Sciarpelletti (mamma di Benedetta Sensi), anche Andrea Capodimonte, Massimiliano Bianchi, Ivano Pieri, Massimiliano Corzani e Fabrizio De Marchis, per un totale di diciassette persone. Solo nel mio furgone eravamo in dieci!

In quei giorni nasceva l’idea di un vero e proprio team. Negli anni successivi io e Carlo abbiamo seguito strade diverse che però, in un modo o nell’altro, si incrociavano sempre. Carlo ha portato le sue giocatrici come Francesca Schiavone, Tatiana Garbin e Gloria Pizzichini (con un best ranking di 43) fra le prime 100 del mondo. Io portavo i miei ragazzi junior (Tarallo, Sciarpelletti, Torre, Di Giuseppe, ecc.) in giro per tornei ITF e intanto cominciavo a costruire una possibile “casa” per i nostri giovani tennisti: nasceva il Genazzano Tennis Camp. Ad unirci, sempre e comunque, la ricerca della qualità.

Abbiamo fatto nascere AB Tennis, la cui missione è supportare la crescita di giovani talenti. Tutto questo è possibile grazie ad “AB medica”, azienda milanese all’avanguardia nel settore delle tecnologie dedicate ad aree specialistiche della medicina e della chirurgia. L’obiettivo è creare più team al cui interno far operare tutte le figure di riferimento, a partire dall’osteopata fino ad arrivare al mental coach, e permettere ai nostri ragazzi di formarsi e crescere con esperienze all’estero. Ora siamo in Croazia con tre ragazze Under 12: Isabella Oroni, Flavia Monteverde e Noemi Piccolino. All’appello, purtroppo, manca Greta Petrillo cui la Federazione non ha concesso, per il momento, l’endorsement necessario.
Mi aspetto di vivere un’avventura fantastica e so di essere in buona compagnia. I maestri Roberto Marchegiani, Carlo Oroni, Carlo Polidori, Francesco Leggeri, Manuel Cadeddu, Valerio Moretti, Giovanni Valchera, Sara Papi, e Claudio Bosca daranno il massimo per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.

Il progetto AB Tennis è solo all’inizio.

 

more details
blog-img-01
22
Decreto Lorenzin: IL DDL LORENZIN È LEGGE, L’OSTEOPATIA DIVENTA PROFESSIONE SANITARIA
dicembre 22, 2017  /  By Carlo in Carlo Polidori, Osteopatia

Oggi il DDl Lorenzin è stato approvato ed è diventato legge dello Stato. Dobbiamo brindare insieme per festeggiare questo momento di grande gioia e soddisfazione per il risultato ottenuto.

Siamo orgogliosi del lavoro che abbiamo fatto. Abbiamo intrapreso un percorso durissimo il cui traguardo era effettivamente difficile da raggiungere e che da alcuni è stato anche ostacolato. Noi ci abbiamo creduto fortemente e non abbiamo mai mollato, affrontando con fatica, coerenza e serietà ogni nuovo ostacolo che via via si presentava in questo lungo e faticoso cammino.

Abbiamo ottenuto un riconoscimento, mai raggiunto prima, che testimonia la nostra presenza qualificata e apprezzata in ogni ambito in cui la nostra professione si è affacciata, meritando ascolto, dignità e riconoscimento.

Mi dilungo un attimo solo per ripercorrere con voi questi anni, dal giugno 2014 ad oggi.
Siamo partiti riuscendo a far inserire un emendamento in cui si parlava per la prima volta di riconoscimento dell’osteopatia come professione sanitaria in un disegno di legge governativo del Ministero della Salute già avviato. Questa proposta è diventata un articolo del provvedimento governativo di riordino delle professioni sanitarie, approvato dalla commissione igiene e sanità, dalla commissione bilancio e poi dall’aula del Senato. Dopo un anno di forti contrasti e di difficili mediazioni, l’articolo è stato riformulato e l’osteopatia è stata individuata come professione sanitaria in Commissione Affari Sociali alla Camera. Il provvedimento è ritornato al Senato perché si approvassero le modifiche introdotte dalla Camera. La Commissione Igiene e Sanità del Senato le ha approvate immediatamente e ora, dopo giorni di incertezza, siamo giunti al voto definitivo dell’Aula. Riconosciamo il grande merito alla Ministra Beatrice Lorenzin per aver avviato e seguito questo complesso disegno di legge che contiene temi importanti ed attesi da molte professioni sanitarie e dai cittadini.

Ora è ufficiale: l’osteopatia è stata individuata come
PROFESSIONE SANITARIA
.

Da qui si inizierà il percorso tecnico con i Ministeri e gli organismi preposti per individuare le caratteristiche della professione e del professionista. Si dovranno quindi definire le competenze, il percorso formativo e le equipollenze. E noi, come sempre in prima linea, ci organizzeremo per affrontare al meglio ogni passo successivo e ogni confronto con chi di dovere. Ma non è questo il momento.

Questo, cari soci, è solo il momento di essere felici
e di goderci questo traguardo senza pensare ad altro.

Ringraziamo tutti voi che avete contribuito al raggiungimento di questo obiettivo, che avete lavorato in modo etico e qualificato, che vi siete impegnati nella formazione, nella ricerca, nella diffusione e nella comunicazione dell’osteopatia come professione e come sistema di cura al servizio del paziente. Un grazie particolare ai colleghi che sui social hanno sostenuto e promosso il nostro riconoscimento con forza, persistenza ed estrema efficacia.

Dobbiamo ricordare che il merito di questo traguardo va reso anche all’impegno e all’attività costante dei nostri consulenti dell’agenzia di lobbying che ci hanno guidato e supportato nelle scelte di strategia politica e nelle relazioni con le istituzioni. Una collaborazione necessaria e costruttiva per raggiungere la meta.

Grazie ai nostri consulenti della comunicazione che hanno dato una voce all’osteopatia e al lavoro del ROI, amplificando con successo le nostre giuste rivendicazioni, facendoci uscire dall’anonimato per essere conosciuti ed ascoltati.

Grazie a tutto il Consiglio Direttivo che ha lavorato per trasformare l’associazione, stimolando la crescita dei professionisti verso un ruolo sanitario, mettendo basi solide per costruire un’identità che ora abbiamo e che ci distingue da quella degli altri professionisti a pari dignità e competenza, requisiti fondamentali per il raggiungimento dell’obiettivo. Un grazie personale per avermi dato fiducia, e per avermi supportata e sopportata nei momenti di maggiore tensione. Grazie alle segretarie, in particolare a Francesca che ha coniugato il lavoro con la passione per la nostra causa e ha dato il massimo nei momenti di bisogno. Sotto l’occhio vigile e il prezioso aiuto di tutti i nostri consulenti, abbiamo giocato un’ottima partita come una vera squadra.

Vorrei infine che tutti insieme ringraziassimo, la presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato, la senatrice Emilia De Biasi, che si è fatta carico di un provvedimento molto impegnativo e controverso, portandolo a termine con grande convinzione e tenacia. Lei non ha mai mollato e non ci ha mai dimenticati. Devo dirvi che conoscerla per me è stato un piacere ed un onore, perché ho incontrato una persona che crede davvero nelle cause per cui si è impegnata e lo fa con competenza e dedizione. Una donna di carattere, sensibile e attenta alle esigenze ed ai bisogni del cittadino e del malato.

Un altro ringraziamento particolare, a cui vi invito ad unirvi, va al presidente della commissione igiene e sanità, Onorevole Mario Marazziti, che ha avuto un importante ruolo di mediazione, introducendo delle modifiche al testo che hanno permesso il superamento delle forti divergenze che avevano bloccato il provvedimento in commissione.

A loro, ma non solo a loro, va la nostra riconoscenza e il nostro ringraziamento più sincero. Esprimeremo a tutti la nostra gratitudine.

Ci sembra che questa sia per noi osteopati la migliore occasione per festeggiare il Natale e per prenderci un attimo di pausa.

I migliori auguri di buone feste, a voi e alle vostre famiglie, perché il 2018 ci porti serenità e altri successi.

Paola Sciomachen  a cui si uniscono con gioia
Chiara Arienti
Valentina Carlile
Davide Granchelli
Mauro Longobardi
Dario Modestini
Marco Petracca
Mauro Polverino

more details
blog-img-01
28
Vlog Carlo Polidori | 11 | Quale sport per il proprio figlio?
aprile 28, 2017  /  By Subwaylab in Carlo Polidori, Video

Quale sport per il proprio figlio?

Come scegliere verso quale sport va indirizzato il proprio figlio? Sport di squadra o sport individuale? Come aiutare il bambino atleta a gestire anche gli altri impegni? La figura del tutor è fondamentale anche in questo tipo di scelte.

Benvenuti nel Vlog di Carlo Polidori, osteopata e tennis coach. Carlo vi darà consigli utili per vivere e mantenersi sani, per prevenire determinati disturbi, o per evitare che questi diventino patologie. Oltre a questo, Carlo ha coniato l’OSTEOPATIA PEDIATRICA SPORTIVA, che si propone come una specifica branca dell’osteopatia e che si occupa principalmente del benessere di quei bambini che decidono ed hanno piacere di praticare uno sport, anche e soprattutto a livello agonistico.

more details
blog-img-01
27
Vlog Carlo Polidori | 10 | Formazione permanente
marzo 27, 2017  /  By Subwaylab in Carlo Polidori, Video

Formazione permanente

Formazione Permanente. Un professionista deve aggiornarsi, informarsi e migliorarsi a prescindere dall’ente che rappresenta la propria categoria. In tutto questo c’è la necessità di affidarsi ad un tutor che deve fare da guida e assiste, anche solo per un periodo, per un tratto della crescita professionale.

Benvenuti nel Vlog di Carlo Polidori, osteopata e tennis coach. Carlo vi darà consigli utili per vivere e mantenersi sani, per prevenire determinati disturbi, o per evitare che questi diventino patologie. Oltre a questo, Carlo ha coniato l’OSTEOPATIA PEDIATRICA SPORTIVA, che si propone come una specifica branca dell’osteopatia e che si occupa principalmente del benessere di quei bambini che decidono ed hanno piacere di praticare uno sport, anche e soprattutto a livello agonistico.

more details
blog-img-01
20
Vlog Carlo Polidori | 08 | Genitori e Tutor
marzo 20, 2017  /  By Subwaylab in Carlo Polidori, Video

Genitori e Tutor

Genitori e figli che frequentano sport a livello agonistico. Ecco un esempio da seguire.

Benvenuti nel Vlog di Carlo Polidori, osteopata e tennis coach. Carlo vi darà consigli utili per vivere e mantenersi sani, per prevenire determinati disturbi, o per evitare che questi diventino patologie. Oltre a questo, Carlo ha coniato l’OSTEOPATIA PEDIATRICA SPORTIVA, che si propone come una specifica branca dell’osteopatia e che si occupa principalmente del benessere di quei bambini che decidono ed hanno piacere di praticare uno sport, anche e soprattutto a livello agonistico.

more details


CARLO


indirizzo

Piazza Bramante, 2
60035 Jesi (AN) ITALY


Acconsento al trattamento dei miei dati, in rispetto della Legge sulla Privacy L. 196/2003. I dati non saranno ceduti a terzi.