RIGENERAZIONE

La distonia (o disequilibrio) del sistema neurovegetativo (o sistema nervoso autonomo) è una disfunzione di una o più funzioni vitali dell’organismo (ritmo cardiaco e pressione arteriosa, sudorazione, minzione, peristalsi intestinale, defecazione, funzioni genito-sessuali).
Il sistema nervoso autonomo, i cui centri sono dislocati a livello del midollo spinale toraco-lombare (sistema ortosimpatico) ed i centri del sistema parasimpatico, che sono invece dislocati a livello del tronco encefalico e del midollo sacrale, vengono trattati in osteopatia con una modalità cranio sacrale. Questo tipo di trattamento permette di riequilibrare questi due sistemi. A questi (orto e parasimpatico) si aggiunge il sistema nervoso enterico, che governa le funzioni fondamentali dell’apparato digerente. Questo sistema viene riequilibrato attraverso il trattamento viscerale dell’apparato digerente.
Il giusto mix di queste due tipologie di trattamento osteopatico (strutturale, craniosacrale e viscerale) danno la possibilità di riequilibrare il sistema neurovegetativo.
La distonia del sistema neurovegetativo viene anche comunemente chiamata “stress”.
Walter Cannon, fisiologo americano, tra il 1910 ed il 1920 usò per primo il termine stress. Lo stress è la risposta dell’organismo al cambiamento della sua omeostasi (equilibrio interno) prodotto da agenti stressogeni.
Lo stress ha tre fasi:

  1. Allarme:
    • Nella fase di allarme l’organismo attiva le sue difese. Questa fase può essere considerata una sorta di test a cui sottoponiamo il nostro organismo.
  2. Resistenza
    • Nella fase di resistenza, se lo stress permane avremo una sovrapproduzione di cortisolo (ormone dello stress), e come conseguenza l’abbassamento delle difese immunitarie.Possiamo utilizzare questa fase come una sorta di test per capire come reagisce il nostro corpo quando lo portiamo al limite. Permanendo l’agente stressante, la risposta dell’organismo potrebbe portare a molte patologie.
  3. Esaurimento
    • Uno stress acuto di solito stimola il sistema immunitario che reagisce con una risposta amplificata. Nel lungo periodo invece (stress cronico), l’attività immunitaria è soppressa.